Quando è utile un’assunzione supplementare di preparati di magnesio?

Normalmente il fabbisogno giornaliero di magnesio viene soddisfatto attraverso l’alimentazione. Per alcune persone o in determinate fasi della vita, però, il fabbisogno è maggiore.

Per le persone che praticano un’attività sportiva: durante un allenamento intensivo il corpo perde molto magnesio tramite il sudore e i reni (urina). Ma poiché il magnesio è importante per il metabolismo energetico, proprio gli sportivi dovrebbero assicurarsene un apporto sufficiente.

Per le donne durante la gravidanza e l’allattamento: durante la gravidanza e l’allattamento aumenta il fabbisogno di magnesio.
  • In gravidanza, a causa delle alterazioni ormonali, una maggiore quantità di magnesio viene eliminata nell’urina. Ma contemporaneamente deve esserne rifornito anche il bambino, il che aumenta ulteriormente il fabbisogno.
  • Nel periodo dell’allattamento le madri cedono al loro bambino attraverso il latte una parte del magnesio che hanno assimilato. Devono quindi assumerne una maggiore quantità per coprire il fabbisogno di entrambi.

Nelle situazioni di stress: il magnesio ha un’azione distensiva ed aiuta a ridurre l’inquietudine interiore, la stanchezza e lo stress mentale.

Durante diete e digiuni terapeutici e in caso di alimentazione poco variata: a causa dell’apporto ridotto di preziose sostanze nutritive spesso non si riesce a soddisfare il fabbisogno giornaliero di magnesio.

Durante l’assunzione di medicinali che possono incrementare l’eliminazione del magnesio (per es. diuretici, antibiotici, glicosidi cardiaci, citostatici, antimicotici, immunodepressivi).

Per le persone anziane: le persone anziane di solito mangiano meno, ma il fabbisogno di magnesio rimane invariato anche con l’avanzare dell’età.